Parola che conta: GLORIA

Parola che conta: GLORIA

Massimo Coero Borga – Parola che conta (VIDEO a fondo pagina)

GLORIA

La parola “GLORIA” nella BIBBIA appare 466 volte.

Ricerca effettuata nel sito “vatican.va” (concordanze)

Il termine dell’Antico Testamento che esprime il concetto di gloria è kabōd: tale termine implica l’idea di peso. Il peso di un essere nell’esistenza definisce la sua importanza, il rispetto che ispira, la sua gloria. Per l’ebraico, a differenza del greco e delle lingue moderne, la storia non indica tanto la fama, quanto il valore reale, stimato dal suo peso.

kabōd, riferito a Dio, non ne indica quindi l’essenza, ma il modo di manifestarsi in tutto il suo splendore: è lui stesso che si da a conoscere in tutta la sua gloria. È significativa in tal senso la frequenza con cui kabōd accompagna termini che indicano il vedere o l’apparire.

(https://it.cathopedia.org/wiki/Gloria_(Bibbia))

  1. La potente GLORIA di DIO contro il nemico

Es 14,4   Io renderò ostinato il cuore del faraone, ed egli li inseguirà; io dimostrerò la mia gloria contro il faraone e tutto il suo esercito, così gli Egiziani sapranno che io sono il Signore!».

  1. Il luogo della manifestazione della GLORIA di DIO

Es 40,33-35   Infine eresse il recinto intorno alla Dimora e all’altare e mise la cortina alla porta del recinto. Così Mosè terminò l’opera. Allora la nube coprì la tenda del convegno e la gloria del Signore riempì la Dimora. Mosè non poté entrare nella tenda del convegno, perché la nube sostava su di essa e la gloria del Signore riempiva la Dimora.

 

  1. La vanità e la fragilità della GLORIA umana

Sal 49,17-18   Non temere se un uomo arricchisce, se aumenta la gloria della sua casa. Quando muore, infatti, con sé non porta nulla né scende con lui la sua gloria.

  1. Gesù manifesta la GLORIA di DIO con dei segni e prodigi

Gv 2,11   Questo, a Cana di Galilea, fu l’inizio dei segni compiuti da Gesù; egli manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.

  1. Impariamo a dare GLORIA a DIO per sperimentarla

Ap 14,6-7   E vidi un altro angelo che, volando nell’alto del cielo, recava un vangelo eterno da annunciare agli abitanti della terra e ad ogni nazione, tribù, lingua e popolo. Egli diceva a gran voce: «Temete Dio e dategli gloria, perché è giunta l’ora del suo giudizio. Adorate colui che ha fatto il cielo e la terra, il mare e le sorgenti delle acque»

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *